Giornata della Memoria 2015: un Requiem per le vittime della Shoah.

Settant’anni sono trascorsi da quel 27 gennaio 1945, giorno in cui i primi soldati dell’esercito sovietico entrarono nel campo di sterminio di Auschwitz. Non fu la fine. A migliaia, morirono anche dopo: fino all’8 maggio, giorno della capitolazione della Germania, continuarono le deportazioni, le marce della morte, le camere a gas, le torture e le esecuzioni sommarie.

Anche il territorio della provincia di Macerata fu scosso dall’immane tragedia del popolo ebraico e ne conserva ancora le memorie. E’ noto, ad esempio, che una parte consistente del Palazzo Giustiniani-Bandini, presso l’Abbazia di Fiastra (Urbisaglia), venne destinato a Campo di Internamento.

Per ricordare tutte le vittime della Shoah l’Associazione Corale Pueri Cantores “D. Zamberletti”, in collaborazione con l’Associazione Amici della Musica di Urbisaglia, propone un momento di riflessione attraverso la musica, uno straordinario veicolo di comunicazione con l’anima che può aiutare ciascuno di noi a interiorizzare il messaggio che ancora oggi Auschwitz continua a mandarci, monito e preghiera a un tempo: “meditate, che questo è stato”. Un “Requiem”, dunque: per pregare e per ricordare.

manifesto_giornomemoria2015Sabato 24 gennaio alle ore 18,30 presso la chiesa abbaziale di Santa Maria di Chiaravalle di Fiastra, i Pueri Cantores di Macerata, insieme al Coro Equi-Voci di Urbisaglia (diretto dal M° Tiziana Muzi) e l’Orchestra Sinfonietta Gigli di Recanati, eseguiranno il “Requiem” di W.A. Mozart, per la direzione del M° Gian Luca Paolucci.

Le parti solistiche saranno affidate alle voci di Annarosa Agostini (Soprano), Mariangela Marini (Contralto), Simone Polacchi (Tenore) e Massimiliano Fiorani (Basso).

All’esecuzione del Requiem parteciperà Helga Feldner, figlia di Paul Pollak (internato nel Campo di Urbisaglia e successivamente deportato ad Auschwitz). Prima del concerto la dott.ssa Feldner ricorderà la figura di suo padre e la sua esperienza nel campo di Terezin, un’occasione sicuramente importante per ascoltare, dalla viva voce di un testimone diretto, i drammi della Shoah.

Nel pomeriggio, dalle ore 15 alle 17, sarà possibile visitare le stanze del Palazzo Giustiniani Bandini dove ancora si conservano graffiti e disegni lasciati dagli internati. Le visite al Campo di Internamento di Urbisaglia si svolgeranno a piccoli gruppi (si consiglia di prenotare presso l’ufficio turistico al n. 0733.202942).

La manifestazione è patrocinata dall’Assemblea Legislativa delle Marche, i Comuni di Macerata e Urbisaglia, l’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Macerata e dall’ANPI. L’ingresso è gratuito.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...