Una serata intensa e commovente per ricordare le vittime della Liberazione.

Una serata intensa, commovente, quella che si è svolta domenica scorsa al Castello della Rancia. L’ANPI di Urbisaglia e Tolentino hanno voluto celebrare il 70° anniversario della Liberazione rendendo omaggio a tutti coloro – civili, militari e partigiani – che hanno perso la vita nei mesi e nei giorni precedenti la Liberazione, senza dimenticare quanti morirono lontani da casa, nei campi di prigionia tedeschi.

A loro è stato dedicato il “Requiem” di John Rutter, eseguito dal Coro Equi-Voci di Urbisaglia con la direzione del M° Tiziana Muzi e l’accompagnamento al pianoforte del M° Michele Ciopettini.

Le note del compositore inglese hanno fatto da colonna sonora alle immagini che sono passate sul grande schermo dell’affollato Auditorium “Roberto Massi”, sottolineandone i passaggi più significativi.

Il Requiem Aeternam e il De Profundis hanno accompagnato le immagini originali dei funerali dei Martiri di Montalto. Pochissimi coloro che sono riusciti a trattenere le lacrime quando il piccolo Matteo Dell’Orso ha intonato il Pie Jesu con la sua voce bianca magnifica e cristallina, che ha affrontato le difficoltà della partitura con sicurezza e semplicità.

L’Agnus Dei ha accompagnato le immagini tratte dal film“Memorie Partigiane – per non dimenticare il sacrificio di Montalto” prodotto dall’ANPI di Tolentino per la regia di Laura De Sanctis. Il film ricostruisce le fasi tragiche del rastrellamento e della fucilazione dei ragazzi di Montalto e di Achille Barilatti, sottolineate dai versetti “in the midst of our life we are in death, of whom may we seek for succour”, cantati dal Coro in un crescendo concitato di tensione.

L’esecuzione del Salmo 23 (The Lord is my shepherd) invece, ha accompagnato le immagini del passaggio delle truppe alleate nelle Marche e quelle dei feriti curati dalla Croce Rossa polacca tratte dall’archivio dell’Imperial War Museum di Londra.

Il Requiem si è concluso con il canto del Lux Aeterna, introdotto dalle parole dell’Apocalisse “I heard a voice from heaven saying unto me: blessed are the dead who die in the Lord for they rest from their labours” cantate con struggente delicatezza da Matteo Dell’Orso.

La serata, che ha visto la presenza di un pubblico numeroso e attento, è stata introdotta da Lanfranco Minnozzi e Giovanna Salvucci, presidenti delle sezioni ANPI di Tolentino e Urbisaglia, e dal presidente provinciale Lorenzo Marconi. Presenti anche il sindaco di Urbisaglia, Paolo Giubileo, e il presidente del consiglio comunale di Tolentino Mauro Sclavi.

_DSC6652C

Giovanna Salvucci e Lorenzo Marconi. (Foto di Roberto Dell’Orso)

_DSC6672D

Coro Equi-Voci. (Foto di Roberto Dell’Orso)

_DSC6703H

Il piccolo solista Matteo Dell’Orso. (Foto di Roberto Dell’Orso)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...